Vedimi tu.

Vedimi tu, ché hai gli occhi densi, la fronte alta, il sorriso acceso.

Vedimi tu, ché hai consistenza, la grazia nel guardare, i giorni tutti interi tra le mani.

Vedimi tu, dalla finestra o dalla porta, dalle lenti degli occhiali, dal vetro consumato del bicchiere, dal cielo in una stanza, dalla bocca dello stomaco o dal cuore.

Vedimi tu, ché io mi perdo e tiro dritto, ché io non c’ho coraggio, non mi impegno mai abbastanza.

Vedimi tu, ché hai la faccia coraggiosa.

E hai lasciato una sola luce accesa.

Vedimi tu. Io ho il vento contro e anche Saturno e un poco il mondo intero.

Vedimi tu, ché mi nascondo bene e non metto mai le lenti, mi rintano e faccio guscio.

Tiro giù i capelli sulla fronte e non mi smuovo, faccio finta, sempre mento.

Vedimi tu, ché hai gli occhi belli e non mi ricordo più di che colore sono.

Stavolta il verde non importa.

Vedimi tu, prima che Parigi bruci e scada lo yogurt dentro al frigo.

Vedimi tu, ché hai gli occhi intensi e guardano lontano.

Vedimi tu, per quello che so dire.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...